Leila El Houssi
Tutti i post di Leila El Houssi
Nata in Italia da padre tunisino e madre italiana (siculo-triestina). Laureata in Scienze Politiche, ha conseguito il dottorato di ricerca presso l'Università di Pisa in Storia dei paesi extraeuropei. Il suo campo d’interesse è sulla storia della collettività italiana in Tunisia. Attualmente collabora con l'Università di Firenze ed è coordinatrice organizzativa del Master Mediterranean studies presso la Facoltà di Scienze Politiche di Firenze. Il suo motto è "Per un dialogo corretto ed equilibrato occorre creare lo spazio del rispetto".
Schermata 2014-07-17 a 17.12.27
| Oggi ce l'ho con

Avevano la stessa età di mio figlio e giocavano a pallone come ogni bambino nel mondo può fare a quell’età… Avevano la stessa voglia di giocare di mio figlio, fino allo sfinimento, come ogni bambino nel mondo può avere a quell’età… Avevano gli stessi occhi di mio figlio, la cui intensità può solo sprigionare stupore e gioia come ogni bambino nel mondo può avere a quell’età… Avevano la stessa incredulità … | Continua a leggere

1373904318617_5
| Oggi ce l'ho con

“Una pagina vergognosa della storia del nostro paese!”. Così il premier Enrico Letta definisce il volgare insulto del vicepresidente del Senato Roberto Calderoli nei confronti del Ministro Cècile Kyenge. Una vicenda che ha fatto il giro del mondo tant’è che -per l’ennesima volta -la stampa estera da un’immagine dell’Italia retrograda, razzista e che sembra non conoscere vergogna. Alla richiesta di dimissioni immediate da parte di partiti politici e di petizioni … | Continua a leggere

549987_222871757855339_638077211_n
| Oggi ce l'ho con

Ministro di colore? Cosa significa? E’ da ieri che leggendo le varie testate dei giornali sulla formazione del nuovo governo risuona in modo martellante la frase “ministro dell’integrazione di colore” per presentare Cécile Kyenge. Poco importa quale sia stato il percorso politico e culturale che l’ha portata a sedere dapprima nel Parlamento e ora a ricoprire un incarico ministeriale. Ciò che interessa è il suo essere “di colore”. Definizione a … | Continua a leggere

sta per piovere foto
| Yallaleaks

“A quante cose dobbiamo ancora rinunciare, a quante possibilità, a quante prospettive, a quanti sogni: noi ragazzi della seconda generazione, italiani di seconda categoria, non italiani. Siamo di colori, religioni idee diverse. Ma siamo tutti uniti in un profondo dolore perpetrato da azioni retrograde, razziste.” E’ Said Mahran a pronunciare queste parole, protagonista del film “Sta per piovere”, trasmesso in anteprima al teatro Puccini di Firenze e che uscirà nelle … | Continua a leggere

429x281xl43-tunisia-proteste-omicidio-130206183338_medium.jpg.pagespeed.ic.P_51lEE01i
| Yallaleaks

A due anni dalla rivolta la Tunisia piange. Piange uno dei suoi figli, Chokri Belaïd del Movimento patriottico democratico assassinato a sangue freddo la mattina di mercoledì 6 febbraio mentre usciva da casa. Oppositore del regime di Ben Ali, Chokri Belaïd è sempre stato in prima fila per la difesa dei diritti dei cittadini, dei lavoratori e delle donne. Definito anche “uomo del dialogo” era impegnato nella ricostruzione della Tunisia … | Continua a leggere

20121020103258__saida456
| Yallaleaks

“Attentare ai luoghi della memoria popolare e della storia della Tunisia e’ commettere un crimine contro il popolo tunisino che si e’ sempre distinto, nel corso della storia, per la sua tolleranza e il suo rispetto delle diversità delle credenze e delle pratiche spirituali”. Con queste parole  Irina Bokova, segretario generale dell’UNESCO condanna la profanazione, avvenuta nella notte di martedi 16 ottobre 2012 a Tunisi, della zawyya di Sayyida Aïcha … | Continua a leggere

tunisia-diritti-relazionali-o-uguaglianza-ass-L-3lrueb
| Oggi ce l'ho con

Lunedì 24 settembre 2012 la Tunisia si sveglia con una nuova proposta costituzionale: ristabilire la parità tra uomo e donna e cancellare il termine “complementarietà”. Pare che sia stata presa la decisione di rigettare l’art. 28 della nuova Costituzione che aveva suscitato accese proteste in quanto collocava la donna in una posizione di complementarietà rispetto all’uomo all’interno della famiglia. Una proposta che aveva infiammato un dibattito che oltre ad aver … | Continua a leggere