| Senza filtro

La “necrofilia” legalizzata: cronaca di una bufala (egiziana)

di Redazione

Per alcuni è già, senza dubbio, necrofilia legalizzata. La legge è stata approvata. Non c’è più niente da fare. I parlamentari egiziani si sono bevuti il cervello.

Davvero? Fonti controllate? Verità accertata? Corrispondente allertato? No, no. E dunque?
E dunque, per quanto amiamo la blogosfera, ne ammettiamo i limiti. Incappare in una bufala, affondarci con entrambi i piedi, e sguazzarci tanto quanto più è sensazionalista, è facilissimo. Certo, altrettanto veloce e semplice è effettuare un’eventuale smentita. Ma intanto magari sono fioccati a destra e a manca invettive e insulti contro questi barbari arabi.

Un sunto: Al-Arabiya news pubblica una news scioccante che parla di due proposte di legge al Parlamento egiziano che legalizzerebbero il matrimonio per le ragazze dall’età di 14 anni e i diritti sessuali di un uomo sulla propria moglie fino a sei ore dalla morte della stessa (barbarie definita nell’articolo come la legge “del Rapporto d’Addio”).

Alla proposta sarebbero seguite proteste accorate al Parlamento da parte del Consiglio Nazionale delle donne (NWC), il cui presidente, Mervat Al-Talawy, avrebbe anche fatto un appello al parlamento perchè non supporti quelle leggi controverse che rimuoverebbero il diritto all’educazione e all’impiego.

A questo punto, la notizia di Al Arabiya viene ripresa da giornali on line e blog italiani, molti dei quali con la stessa vaghezza dell’articolo originale riportano la notizia falsandola anche un po’ (c’è chi scrive addirittura che la legge è stata approvata, e chi sostiene che il Consiglio tema che questo sia solo il preludio di un piano elaborato per cancellare i diritti delle donne, eccetera).

Qualcuno rimanda all’articolo di Al Arabiya, ma nessuno si preoccupa di verificare fonti o veridicità della notizia.

Sul sito stesso dell’Al Arabiya fioccano insulti a quei barbari islamici, islamisti, fratelli musulmani, salafiti, egiziani, e via dicendo.

Come (solo) un paio di lettori attenti commentano sul sito, ci sono però almeno tre elementi da considerare:

1. Come mai l’articolo è nella sezione inglese del sito, ma è introvabile nella sezione araba? Come mai Al Arabiya non ha mandato i suoi corrispondenti in Egitto (ne avrà, no?) a indagare sulla notizia e magari intervistare dei membri del parlamento sulla questione?

2. Come mai l’articolo inizia con un generico “Secondo il report di un giornale egiziano”? Quale report? Quale giornale?

3. Come mai non esiste sul web alcun articolo in arabo su questa scandalosa “necrofilia legalizzata”? Come mai nel sito stesso del Consiglio Nazionale delle Donne non c’è traccia di queste terribili proposte di legge? E non è quantomeno curioso che l’unico giornalista citato nell’articolo sia un lealista di Mubarak, di quello stesso giornale filopresidenziale che all’epoca commise la gaffe della foto truccata?

Per non menzionare che, mentre tutti si sono scagliati contro la fratellanza musulmana e i salafiti, non si dice da nessuna parte che siano stati loro a portare la famigerata proposta in parlamento.

Insomma, che sia un complotto dei lealisti, un attacco anti-islamista, o una sciocchezza fabbricata a uso e consumo degli occidentali, abbiamo pochi dubbi: si tratta di una (maldestra) bufala che qualsiasi blogger, con poco impegno e ricerca, avrebbe potuto facilmente smascherare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Protected by WP Anti Spam
francesca |

lo spero proprio che sia una bufala. Io vivo in egitto da 10 anni e ovviamente sto seguendo con ansia la vicenda. conosco di fama il giornalista che ha fatto partire il tutto ed e’ vero che e’ piu che probabile che si tratti di una mossa per screditare gli islamisti prima delle presidenziali…solo una cosa mi domando: perche la smentita arriva sempre da blog e opinionisti e non da una fonte ufficiale come quella del parlamento egiziano stesso?
perche’ visto che a parte la legge assurda necrofila, ce ne sono altre di cui si parla molto piu probabili ma non meno preoccupanti, quali l’abbassare l’eta minima per una donna a sposarsi, da 18 a 14 anni e quella per obligare una moglie a chiedere il permesso scritto del marito nel caso volesse continuare gli studi (!) e credetemi di questo se ne parla da tempo tra salafiti e fratelli musulmani…per cui per finire, sarei davvero molto piu tranquilla se qualcuno mi desse una fonte ufficiale no un opinione, aspetto, sperando che arrivino, delucidazioni da qualche parlamentare egiziano

dina |

speriamo solo ke questa bufala non venga presa dalgi islamisti come “un’idea interessante”…..sono davvero preoccupata per il futuro dell’Egitto

Andrea |

Ragazzi scusate, ma la necrofilia non è haram? Nell’ebraismo e nel cristianesimo lo è, secondo me dovrebbe esserlo anche nell’islam, che ne dite?

Terri |

Anche questa è una bufala?

http://www.adrianabolchini.com/?p=4057

Bichara |

Neanche la zoofilia è proibita nell’islam , come la necrofilia nel senso che non c’è un Hadd (punizione sugli atti contrari alla sharia)
Purtroppo è questa la tradizione islamica – capace di annebbiare talmente tanto la coscienza da rendere lo sgozzamento un lecito , il tagliare gli arti , il lapidare.
Voi non potete immaginare neanche il dramma che vivono i cristiani in quelle società , specialmente dopo il Sahwa (il risvegli) a partire dalla fine degli anni settanta

BELARABI SCHOOL |

Se, per caso, qualcuno di voi segue le notizie sull’Egitto pubblicate nelle nostre pagine facebook egiziane, nota chiaramente che da oltre 1 anno l’Egitto vive una lotta continua e quasi quotidiana contro il vecchio regime ed i suoi governi ancora in carica. Dal mio punto di vista e vissuto di persona in piazza TAHRIR, il giorno in cui il ex dittatore MUBARAK era finalmente andato via, eravamo quasi 8 milioni ,compreso ME in persona, in carne e ossa, (ripeto eravamo sì 8 milioni), ma guarda caso i mass media, nazionali ed internazionali, discevano che eravamo invece 10 mila. E chi erano questi 10 mila? Secondo quel tipo di media eravamo persone di “quinta” categoria del popolo egiziano ed eravamo, secondo loro, analfabeti, drogati, uomini e donne di strada e, addirettora, facevamo sesso colletivo all’aperto!!!!????
cara mia e cari miei, è chiara, purtroppo, la volontà e l’interesse di sporcare questa PRIMAVERA ARABA, specialmente quella egizziana.

Dovete essere sicuri delle informazioni che vengono diffuse “contro la primavera araba” e non cadete nelle loro trappole che servono a dividerci per facilitare il loro controllo sui popoli liberi che vogliono rendere prigionieri mentalmente.

Mery |

Gli islamofobi non si smentiscono mai, sempre pronti ad infangare l’islam e i musulmani con ogni mezzo.
Non sforzatevi troppo BICHARA, TERRY E DINA, tanto la vostra battaglia è persa in partenza!

Maira |

@ Bichara: MA CHE COSA STAI DICENDO? LA NECROFILIA NON è PROIBITA NELL’ISLAM? ma sicura che sai veramente che cos’è l’Islam al posto di sparare cavolate? Ovvio che è HARAM, nessuna religione permette una cosa del genere. Prendi il Corano e leggitelo per bene
Numero 2: perchè tirate sempre in ballo i cristiani tutte le volte? Adesso non c’entrano niente con quello che dice l’articolo.
Numero 3: spero anche io vivamente che sia una bufala, però d’altra parte nessuno del parlamento egiziano ha smentito la notizia.
Detto ciò non prendete per oro colato e come dettami religiosi quello che dicono i salafiti. Sono solo un branco di ignorantoni che interpretano la religione come vogliono loro, aggiungendo fatawi come vogliono. Vi ricordo solo quella volta in cui uno di loro se non sbaglio ha detto che era lecito che una donna allattasse un uomo per farlo così diventare suo fratello. Molti di loro sono solo persone depravate.
Comunque per qualsiasi dubbio e prima di attaccare sempre l’Islam per colpa di gente del genere (cara Bichara), basta che vi informiate per conto vostro: Corano alla mano e usate il vostro di cervello..non dite cose “per sentito dire”.

Mario |

@Maira Solo Corano alla mano? O Corano e Sunna alla mano? Domanda per curiosità: perchè milioni di giovani musulmani acculturati in Egitto, in Europa, nel Mondo hanna tanta considerazione di personaggi come questo (egiziano) http://www.youtube.com/watch?v=owCH4ua6BVk e come questo (saudita) http://www.youtube.com/watch?v=b8zBDWFcWHs&feature=related ?

Noor |

@belarabi hai capito male il senso dell’articolo. Sono quelli che mettono in giro la notizia, vedi i sauditi, che vogliono vanificare la rivoluzione egiziana. Prima i sauditi mettono in giro la news del sesso post mortem, poi due giorni dopo chiudono ambasciata saudita al cairo ed arrestano l attivista Ahmed al-Gazawi. Coincidenza?

Viky |

Mario, ma almeno sai cosa e la sunnah?nn me dire ke adesso vai su wikipedia a cercare x fav, e poi vi ricordo ke l egitto si divide tra copti e musulmani,moolti copti, epoi dite la verita a voi nn ve ne frega niente dell egitto,si parla cosi per dar aria alla bocca, e naturalmente,per parlare male di islam,e poi cose quel post sul imam marokkino?cosa vuol dire ke tutti i marokkini sono d accordo e la notizia e cosi divenuta legge?ma dai,parla uno e allora tutti i musulmani sono cosi per voi, ma lasciate perde su

francesca |

pienamente d’accordo con il punto di vista di Maira.
@ Noor…in realta’ smbra che la notizia sia partita da dentro l’Egitto su el ahram se non sbaglio da Amr Abdul Samea,noto per essere un fedelissimo di Mubarak, ma a parte questo non esistono altri riscontri, ne dal parlamento, sia che siamo parlamentari islamisti che liberali, ne da altri media egiziani. in realta’ e’ stato pompato tuto dalla solita ansia da titolone forte dei media di tutto il mondo e cosa c’e’ di piu’ sensazionale che una news del genere?
C’e’ una smentita anche dall’ambasciata egiziana di Londra (visto che il sito che ha fatto partire la miccia che ha acceso tutti gli altri internazionali e’ uno britannico, il daily news che lo ha ripreso da EL Arabiya, che a sua volta lo aveva ripreso da il fmoso articoletto fatto da questo giornalista dell’ex regime….un cane che si morde la coda insomma.
Un plausa a yalla italia che e’ l’unica testata italiana a dare come falsa la notizia mentre tutte le altre si stanno sbrodolando nel loro sensazionalismo becero e nonstante io stessa abbia commentato diversi di questi articoli…evidentemente alle redazioni non fa piacere quando qualcuno gli fa notare che non controllano abbastanza una fonte, perche ‘ i miei commenti al 90% non li ha pubblicati nessuno….continuano a pubblicare invece decine di commenti pieni di insulti, parolacce, luoghi comuni contro l’Islam…insomma uno schifo come sempre!

Noor |

@Francesca. Grazie per le preziose info sulla genesi della notizia e grazie dei complimenti….:)

viky |

en plus, mon cher ami mario, tu as mis de video qui parlent du cheyk mohammad al arifi, moi je t explique une chose, bon,
1 tu sais qui es cette homme o pas? tu sais que lui il fait le tour du monde pendant tout l anne,il visit le pays en guerre,le pays pauvre et il fait de donation tout el temp? tu sai c

viky |

tu sais ca ou pas?
en plus moi je pense que si une personne il veut ecouter de la musique ou pas ca pas tes affaires
pas mes affaires
ne nous concerne pas
ok mio caro adesso vai su google traduttore se non capisci
cordialmente

viky |

< pardonne mon erreur, tout le temp

Luca |

è ovvio che qui si sta indirizzando la discussione verso argomenti che non hanno niente a che fare con l’articolo, ma mi stupisce la risposta di alcuni di voi, ma viky, fammi capire, se un ateo fa carità e donazioni è solo un ateo, mentre se lo fa un musulmano (o un credente) è una brava persona? anche se fa donazioni e va in zone di guerra non significa niente, significa che è una brava persona, come sono bravi i medici di EMERGENCY (quasi tutti atei) che aiutano le popolazioni di guerra in modo totalmente gratuito, in piu io non condivido il tono provocatorio delle persone che parlano del islam ma resta pur sempre una LORO opinione e finchè non intralcia la libertà altrui non vedo dove sia il problema, il problema ( e qui condivido con Maira) è quando si dicono cose sul islam che non sono vere , tipo che la nicrofilia è lecita.
cordiali saluti, e un grazie per il vostro sito che reputo veramente LIBERO

Maira |

@Mario: ma cosa c’entra adesso quello che hai scritto te? Qui si parla di una cosa e te parli di un’altra. Comunque ti rispondo lo stesso: Quei tizi lì di cui hai messo i video io sinceramente non li conosco, tuttavia ci puoi arrivare da solo che essendo così religiosi per forza si scagliano di fronte alla HAIFA WAHBE di turno. E d’altra parte non hanno tutti i torti: ai tempi di Omm Kalsum quando i cantanti erano gente rispettosa queste fatawi qui non uscivano. Iniziano ad esserci adesso di fronte appunto a ragazze che escono nei video clip mezze nude strusciandosi di qua e di là. E ancora una volta tutto è rimandato al Corano, in cui appunto c’è scritto che una donna deve essere vestita per bene. E qui non si tratta solo di Islam: il pudore è un segno che caratterizza tutte le religioni. L’unica differenza è che ormai in Occidente la religione non è più sentita, non conta niente, mentre i paesi arabi sono ancora strettamente legati a essa.

Mario |

@Maira: quei tizi lì censurerebbero anche Umm Kultum e di Umm Kultum considerano illecito e malsano il canto, la musica e l’abbigliamento che si vede nei filmati dei suoi concerti dell’epoca e se dipendesse da loro l’età minima del matrimonio delle donne la sposterebbero a 9 anni o ad un tempo indeterminato. Ma oltre a MBC 4 da 7 ovest vedi qua in Italia i canali religiosi da cui provengono parecchi predicatori che sono adesso nel parlamento egiziano? Comunque l’argomento era la bufala necrofilia e non mi dilungo. Sono sempre più convinto che l’Egitto abbia bisogno di un governo islamista/talebano come vuole la maggioranza della popolazione, almeno non ci sarà una stampa libera che confeziona bufale.

Jasmine |

Vi segnalo il mio articolo dove a parlare sono I PARLAMENTARI e non i giornali/blogger/cittadini.
Visto che si parla di una decisione facente parte di un presunto disegno di legge e’ doveroso sentire l’opinione dei PARLAMENTARI.
Grazie
http://ilmioegitto.blogspot.com/2012/04/il-rapporto-delladdio-lassurdita.html

BELARABI SCHOOL |

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=384466178272872&set=a.269852359734255.99913.269270126459145&type=1&theater

La donna egiziana (DOTTORESSA)(medico non solo in famiglia) in prima linea nella piazza TAHRIR, ABASIA.guarda caso abbiamo 3 tipi, una dottoressa con il BURQA, un altra con il VELO,un altra SENZA. !!!! MASSIMA DOVERE IN PIAZZA , E MASSIMA LIBERTà

Gabriella |

Non so se sia o meno attendibile come notizia ma non mi stuperei da una religione dogmatica che adotta il sistema penale della Shar’ia , che utilizza il terrorismo per ottenere la sua supremazia. Io sono occidentale e per di piu’ atea. Certe barbarie le riconduco solo alla Santa Inquisizione dei cristiani , non so se mi spiego.

Gabriella |

Posso anche gridare cosa penso visto e considerato che qualche predicatore islamico ci delucida dicendo che le donne occidentali procreano con gatti e cani ( SOSTITUTI DEI MARITI). E sia ” primavera araba nei vostri paesi” se a voi donne sta bene farvi lapidare , sfregiare con l’acido , condividere il vostro consorte con tre concubine , non poter guidare ecc ….Io sono europea , italiana nello specifico e quando sbarcate coi gommoni a Lampedusa chiedendo la Shari’a e i sussidi statali mi vengono le lacrime agli occhi.