imu-app-consigliate-appstore-melarumors
Tutti gli altri articoli pubblicati in Oggi ce l'ho con
| Oggi ce l'ho con

IMU: stangata in arrivo anche per oltre 600 mila stranieri

di Redazione

Una norma passata sotto silenzio contenuta nelle pieghe del Decreto “Salva Italia” nasconde una stangata, retroattiva, che secondo nostre stime riguarderebbe oltre 600 mila lavoratori stranieri che vivono e risiedono in Italia e che possiedono un immobile nel Paese di origine.

La stima è stata fatta attraverso interviste a campione realizzate nei nostri centri immigrati sull’utilizzo dei soldi inviati presso il loro Paese.

Con il Decreto (art.19), viene introdotta, dal 2011, l’imposta ordinaria sul valore degli immobili, a qualsiasi uso destinati, detenuti all’estero dalle persone fisiche residenti in Italia.

L’aliquota d’imposta è pari al 7,6 per mille della base imponibile, consistente nel valore degli immobili risultante dall’atto di acquisto degli stessi o dai contratti.

In mancanza, la base imponibile si desume dal valore di mercato rilevabile nel luogo in cui è situato l’immobile medesimo.

Al di la degli aspetti “tecnici” relativi all’applicazione della norma, crediamo che, nella “ratio” del Legislatore si volessero colpire i grandi patrimoni detenuti all’estero. Purtroppo, come al solito, non si è tenuto conto che questa norma colpisce migliaia di lavoratori stranieri che per necessità hanno abbandonato il loro Paese.

Occorre fare chiarezza e dare certezze su questo punto e, quindi, richiamiamo il Parlamento al “buon senso”, affinchè tra gli emendamenti, presentati in questi giorni, per correggere l’applicazione dell’IMU si trovino soluzioni immediate volte ad eliminare questa ingiustizia e si faccia un passo indietro seguendo la strada maestra dell’equità.

Così come va trovata la soluzione per gli oltre 300 mila anziani e disabili ricoverati in strutture socio sanitarie, proprietari di un’abitazione, che si trovano a pagare un’IMU con un’aliquota maggiorata.

Sono queste alcune soluzioni, a livello centrale, che la UIL sollecita, per correggere le non poche storture dell’IMU e per rendere meno iniquo il prelievo sulla casa, che colpisce innanzitutto chi fa fino in fondo il proprio dovere civico e fiscale: lavoratori e pensionati siano essi cittadini italiani o stranieri.

Infatti qualora ci fossero risorse pubbliche disponibili, queste dovranno essere indirizzate a una maggiore equità fiscale per lavoratori dipendenti (a partire da coloro che più pagano gli effetti della crisi come i lavoratori in mobilità e in cassa integrazione) e pensionati.

Per la UIL non è prioritaria l’ipotesi di diminuire l’aliquota IMU per gli affitti a canone concordato, perché questa imposta non grava sugli inquilini, bensì sui proprietari.

E’ utile ricordare, in tal senso, che questi ultimi hanno già goduto di un rilevante sconto fiscale con l’introduzione della cedolare secca – con aliquote più basse dell’IRPEF – e che non sono oggetto degli aumenti delle Addizionali IRPEF.

Fonte Uil

Il tuo nome
(sarà visualizzato)
La tua e-mail
(non sarà resa pubblica)
Il tuo commento
* Tutti i campi sono obbligatori

Protected by WP Anti Spam
m.claudia ballestrazzi |

se sono straniera e vivo in Italia in affitto e ho un piccolo appartamento in Romania come mi devo comportare con l’IMU

gloria |

è veramente una VERGOGNA!!!!!!!!!!!è pazzesco ,comincino far pagare l’IMU alla chiesa,che grazie alle persone che credono nella chiesa vengono aggirate e si appropriano di immobili, di questi casi si sentono quasi tutti i giorni,ai nostri capi alti, che con la scusa che sono società si nascondono, e certo!, è piu’ facile andare a prendere i soldi dagli operai onesti,è tutto nero su bianco,e per quanto riguarda gli stranieri,lavorano onestamente, pagano le nostre tasse per cercare di migliorare la sua vita nel suo paese, e ora gli è arrivata questa stangata……non ho parole veramente……

Luciana Armellini |

Possibile che il buon senso non abbia cittadinanza in Italia ???
Un lavoratore straniero in casa d’affitto in Italia deve pagare allo Stato italiano una tassa per una casa che possiede nel proprio Paese per la quale lì già paga una tassa?!? Che altro dobbiamo inventare per toccare il fondo della vergogna e dell’idiozia ?

Georgina Barlovic |

Noi 3 proprietari possiediamo una casa rurale in Italia , ma siamo stranieri e non abbiamo guadagni in Italia. Siamo li solo per vacanze. Come calculare IMU?